Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Disciplina del canone unico 2021

A decorrere dal 1° gennaio 2021 il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, l’imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti delle pubbliche affissioni non trovano più applicazione, essendo state abrogate dalla Legge 27/12/2019, n.160 che ha istituito in loro sostituzione il canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale.

 

Premesso che continua ad aggravarsi in tutta Italia l’emergenza causata dall’infezione da Coronavirus COVID-19, che ha portato all’adozione di stringenti misure volte a prevenire ed a limitare la diffusione del contagio e che il decreto legge n. 2/2021 ha prorogato lo stato di emergenza fino al 30 aprile 2021, VIENE DIFFERITO AL 31 MAGGIO 2021 il pagamento del canone unico relativo alla diffusione dei messaggi pubblicitari e all’occupazione del suolo pubblico e del canone mercatale.

 

Si comunica inoltre che, secondo la lettera a), comma 1 dell’art.30 del Decreto Sostegni pubblicato in GU n .41 del 22 marzo 2021, a causa del protrarsi dello stato di emergenza,  viene prorogato dal 31 marzo al 30 giugno 2021 l’esenzione dal versamento per:

  • le occupazioni effettuate dalle imprese di pubblico esercizio di cui all'articolo 5 della legge 25 agosto 1991, n. 287 (ad esempio: occupazioni con tavolini effettuate da esercenti l’attività di ristorazione);
  • le occupazioni temporanee che vengono realizzate per l’esercizio dell’attività di mercato. 

La lettera b) invece proroga ulteriormente dal 31 marzo 2021 al 31 dicembre 2021 le modalità semplificate di presentazione di domande di concessioni per l’occupazione di suolo pubblico e di misure di distanziamento di pose in opera temporanea di strutture amovibili. 

 

 

Il presente Regolamento disciplina i criteri di applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, nonché il canone di concessione per l'occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate, di cui all’articolo 1, commi da 816 a 845 della legge 27 dicembre 2019, n.160. Il presente Regolamento disciplina, altresì, il servizio delle pubbliche affissioni.

Le tariffe sono state approvate con Delibera di Giunta n.12 del 23-02-2021.